Tag

, , , , , ,

Berenice Aryen aveva venticinque anni, era capitano di vascello da sette e come la sua intera ciurma non aveva mai attraccato a un porto o fatto scalo in un continente.
Su di lei giravano molte credenze che le donne dell’equipaggio si divertivano ad arricchire, alimentate dalla solitudine e dal silenzio delle notti per mare. 
Si diceva che il fatto che non si fosse mai tagliata la lunga chioma – dello stesso colore della terra che non aveva mai visto – facesse parte di un voto che aveva stipulato lei stessa, in modo cosciente, al momento della sua nascita.
Le voci dicevano che i suoi occhi azzurri e lucenti fossero diventati di quel colore a forza di scrutare l’orizzonte senza sosta, a caccia della prossima preda, e che nel suo nome fosse nascosta l’Ultima Profezia. Soltanto una cosa era certa e di dominio pubblico: Berenice era l’unica creatura vivente concepita da uno degli ultimi uomini e una strega dell’acqua.
 ❞

large

Immaginate un futuro alternativo dove le ninfe acquatiche hanno conquistato il mondo, condannando il genere umano all’estinzione a causa di un’antica profezia.
Questo è Colei che porta la vittoria, racconto contenuto nell’antologia “FATE – Storie di terra, fuoco, acqua e vento” edito da I Doni delle Muse, di cui avete letto uno stralcio. Post apocalittico, fantasy, ispirato alla figura mitologica di Berenice e la sua chioma.

large (1)

Lady Of The Sea di Seth Lakeman è la canzone che mi ha ispirato. :)

Il libro è disponibile nei migliori store online tra cui Amazon e IBS, oppure è possibile ordinarlo presso la vostra libreria di fiducia. :)

“[…] Perché il fantasy non è altro che ciò che resta al mondo moderno dei simboli immortali
scolpiti nella memoria dell’umanità”. 

(Dalla quarta di copertina)

Advertisements